CHI SONO

Mi chiamo Davide, sono nato a Cagliari in un paradiso chiamato Sardegna.

Sin da bambino, sono sempre stato un po diverso, amavo gli amimali, la natura, stare all’aria aperta e scoprire posti nuovi. Odiavo andare a scuola e dormire il pomeriggio, la ritenevo una perdita di tempo, ma anche le regole e gli orari. Il mio sogno era quello di andare a vivere su un’ isola deserta, lontano da tutti questi obblighi, dove mi sarei sentito finalmente libero.

Crescendo col passare degli anni, tutto questo si trasformò in un senso di insoddisfazione, non riuscivo ad esprimere me stesso, trovare la mia strada, soffocato da una società che mi imponeva di vivere una vita che non mi apparteneva.

Terminati i lunghi anni delle superiori, iniziai a lavorare saltuariamente, perlopiù nelle stagioni estive, organizzando qualche viaggio con gli amici per evadere dalla solita routine. Ormai la realtà di Cagliari non era piu abbastanza per me, mi sentivo in gabbia, volevo di più, migliorarmi, aprire la mente, conoscere nuovi posti , persone, culture e tradizioni diverse.

Decisi all’ età di 23 anni di mollare tutto e trasferirmi a Londra, da solo. Quindi, zaino in spalla, un biglietto di sola andata e un letto in ostello prenotato per due settimane, mi lanciai in questa nuova esperienza.

Non parlavo Inglese, non avevo un lavoro e la minima idea di cosa sarebbe potuto succedere, ma per la prima volta mi sono sentito finalmente libero.

Nel giro di un mese trovai una sistemazione stabile e un lavoro nella ristorazione, lavoravo e viaggiavo per l’ europa quando avevo dei giorni liberi, piu viaggiavo e piu mi sentivo libero e felice. Proprio in quel periodo presi consapevolezza delle mie due piu grandi passioni, il viaggio e la crescita personale.

Dopo circa 2 anni conobbi Barbora, anche lei appassionata di viaggi e avventure, andammo a vivere insieme e dopo un anno decidemmo che era finalmente arrivato il momento di cambiare, riprendere in mano la nostra vita e vivere un’altra esperienza straordinaria. Partimmo con un biglietto di sola andata, per il continente sognato da tutti, l’ Australia.

L’idea era quella di lavorare e racimolare un po’ di soldi, per poi partire alla scoperta di questo terrirorio immenso. Mi ambientai molto velocemente, anche perchè ormai parlavo bene l’ inglese e aveveo una certa esperienza nel mondo della ristorazione, iniziai a lavorare dopo una settimana, trovai due lavori part-time, lavorando quasi tutti i giorni mattina e sera. Dato che gli stipendi erano molto alti, in 3 mesi conservammo abbastanza soldi per comprare una macchina e iniziare ad esplorare questo meraviglioso continente.

Lasciato il lavoro, iniziò il nostro viaggio per la East-Coast, percorrendo piu di 6000 km in 4 mesi, visitammo i posti e le isole piu belle come Fraiser Island e Whitsunday Island , facendo snorkeling nella barriera corallina, selfie con canguri e koala, sostando la notte nelle meravigliose spiagge, dormendo in tenda sotto le stelle, risvegliandoci con il rumore delle onde in sottofondo e cucinando nei barbecue gratuiti lungo la costa.

È sicuramente stato il viaggio piu bello ed emozionante fino a quel momento. Mi sentivo bene, felice, libero e soddisfatto di ciò che stavo facendo.

Dopo aver raggiunto l’ estremo nord della east-coast. Decidemmo di stabilirci in Gold Coast per gli ultimi mesi del nostro visto.

Purtroppo in Australia le leggi sono molto restrittive e severe, con il passaporto Italiano hai la possibilità di lavorare full-time solo per un anno, dopodiché puoi rinnovare il visto trovando uno sponsor, che dopo quattro anni ti permetterà di accedere al resident visa, o passare al visto studente che ti permette di lavorare part-time e studiare.

Durante questo ultimo periodo, purtroppo, affrontammo un momento di crisi di coppia e alla fine ci separammo per un po’, e prima di tornare in Italia, decisi di andare in Thailandia, da solo per una settimana.

Iniziai a esplorare Bangkok, e in quei giorni ho assaporato la bellezza del viaggio in solitaria, me ne innamorai. Riscoprire me stesso, affrontare e superare le mie paure, vivere a contatto con la cultura del posto, scoprendo la cucina e le tradizioni locali.

Viaggiare in solitaria è un’ arte, ti senti completamente libero, sei tu il creatore del tuo viaggio, in base alle tue preferenze, scegli le destinazioni, la durata e il tipo di viaggio che preferisci.

Hai l’ occasione di conoscere, confrontarti e stringere amicizia con altri viaggiatori da altri paesi, ascoltare storie diverse, cosa che raramente succede se si viaggia in gruppo con amici. Te la devi cavare da solo, è una continua sfida con te stesso, migliori il problem-solving, impari a fidarti del tuo istinto, ti accorgi che è anche un viaggio interiore, ti apri a nuovi stili di vita e a dubitare dei pregiudizi verso altre culture e tradizioni. Riscopri lati del tuo carattere che pensavi non esistessero e soprattutto impari a bastarti, a stare bene con te stesso. Quando torni a casa, ti senti veramente soddisfatto del tuo viaggio e di averlo fatto da solo. Avrai vinto la battaglia contro le tue paure.

Dopo la Thailandia, tornai in Italia, promettendomi di continuare a viaggiare da solo e di vivere altre esperienze straordinare.

Mi stabilii e trovai lavoro a Cagliari, iniziai a studiare e documentarmi piu approfonditamente sul viaggio in solitaria e ad oggi è il tipo di viaggio che piu preferisco.

In viaggio ho conosciuto tantissimi viaggiatori solitari, mi sono reso conto di quante persone intraprendono questo tipo di viaggio e soprattutto di quante vorrebbero vivere un esperienza simile ma sono frenate dai propri dubbi e paure.

Per me è cambiato tutto nel momento in cui ho deciso che volevo qualcosa di più dalla mia vita, volevo cambiare e smettere di sprecare il mio tempo pensando a cose banali che la nostra società ci impone. Dobbiamo pensare e capire ciò che vogliamo veramente, decidere ed agire per ottenere i risultati che si desiderano.

Ho imparato che nella vita l’ostacolo più grande siamo noi stessi. A volte ci sottovalutiamo, crediamo di non essere all’altezza della situazione, ci facciamo sovrastare dalle nostre paure e insicurezze, quando la realtà è che tutto ciò che hai sempre sognato stà dall’altra parte della paura.

2 pensieri riguardo “CHI SONO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...