DOVE MANGIARE E BERE A BUDAPEST

Budapest è una città ricca di cultura, storia, architettura e soprattutto cibo tradizionale ungherese.

É da dire che se non sei Ungherese e non sei mai stato a Budapest, molto probabilmente conosci solo una parola della cucina Ungherese: GULASCH.

Il gulasch è di fatto il piatto più famoso dell’Ungheria e il piatto perfetto per riscaldarti dalle fredde e umide sere invernali. Tuttavia, c’è molto, molto di più di ciò che salta all’occhio. Quindi, se stai viaggiando da solo a Budapest e sei affamato, in questa guida, ti darò una panoramica di alcuni cibi da non perdere e dove trovare il meglio del meglio a Budapest, con un budget limitato!

COSA MANGIARE

GULASCH: è praticamente uno stufato di manzo (o zuppa) condito con un ricco brodo di paprika. Questo delizioso piatto è caldo e confortante, perfetto per una giornata fredda. Servito sopra della pasta fresca o patate, con del pane per assorbire il brodo rimasto nel piatto.

LANGOS: Pasta fritta condita con panna acida, formaggio e puoi aggiungere qualsiasi altro ingrediente da ingrasso che ti viene in mente. Un tipico cibo da strada ungherese.

CAVOLO RIPIENO O MAGYAROS TOLTOTT KAPOSZTA: è un piatto ungherese molto tipico. La base del piatto sono le foglie di cavolo che vengono arrotolate e riempite con carne, verdure o riso. Una volta che tutto è cotto, viene decorato con una salsa di pomodoro e un tocco di una tipica panna acida ungherese.

POLLO ALLA PAPRIKA:La paprika è una delle polveri più aromatiche utilizzate nella cucina ungherese. Vengono mescolati diversi tipi di peperoncino. Il pollo alla paprika è un piatto tradizionale ungherese. Il pollo viene cotto con salsa di paprika e quindi servito con pasta, di solito tagliatelle.

PORKOLT:è uno stufato di carne originario dell’Ungheria, ma consumato in tutta l’Europa centrale. La parola pörkölt significa letteralmente “arrosto” e il piatto è fatto di manzo, maiale, agnello, pollo, maiale o fegato (le varietà dipendono dalla regione ) cotto con cipolla, paprika e altre spezie, dando origine a un piatto succoso servito con un’altra gastro-curiosità ungherese, il nokedli (gnocco di pasta all’uovo).

CHIMNEY CAKE o KURTOSKALACES:è un dolce molto comune in Ungheria ma anche in Romania. Sono fatti da una semplice pasta di farina e lievito, arrotolato attorno ad un bastoncino di ferro con zucchero spalmato sopra. Cotto a carbone, lo zucchero si scioglie, caramellando la pasta e creando un rivestimento croccante. viene poi aggiunto il “topping”, come cannella, miele o noce. È un dessert economico e facile da trovare per strada.

CREPES UNGHERESE o PALACSINTA: leggermente più spessa della tipica crêpe francese, ti puoi divertire a creare la tua crepes scegliendo il ripieno, dolce o salato. Il classico? riempito con salsa di cioccolato, rum, noci, panna e una ciliegia in cima.

DOVE MANGIARE E BERE

MERCATO CENTRALE: il più grande e antico mercato della capitale, è stato costruito nel 1897, si trova a Pest, di fronte al Ponte della Libertà. L’interno è un tripudio di odori e sapori, si trovano venditori di frutta, verdura, carne, spezie, pane, torte e ogni altro tipo di prodotto fresco. Al primo piano, invece, venditori di souvenir e dello street food, da provare sicuramente il langos. Il posto è molto conosciuto quindi consiglio di arrivare un po’ prima dell’ora di pranzo. Non accettano la carta, si può pagare solo in contanti, sia EURO che HUF.

FRICI PAPA: situato in via Kiraly, nel settimo distretto, Il ristorante eccelle nella cucina tradizionale ungherese e mantiene la semplicità e i prezzi bassi. L’atmosfera del ristorante di un lavoratore, le decorazioni tradizionali, la folla locale e un servizio veloce. Offre un’esperienza locale e autentica, nello stile di un tempo, agli appassionati di gulasch e molti piatti ungheresi ed europei. Obbligatorio prenotare in anticipo.

PAPRIKA VENDEGLO: vicinissimo alla piazza degli Eroi e i bagni Szechenyi, troviamo un ristorante ungherese che offre piatti classici. Ovviamente il gulash, servito con pane bianco, gli halaszle, le abbondanti zuppe e tanti piatti a base di carne di maiale, pollame e selvaggina. Le porzioni sono molto generose, l’arredamento è fatto di tronchi in legno e l’interno sembra una casa rustica di campagna. Obbligatorio prenotare in anticipo

KARAVAN: è un’ intera strada dedicata allo street food, proprio accanto al Szimpla Kert, famoso Ruin Bar al centro del quartiere ebraico. Una dozzina di food truck che propongono il loro menù personalizzato, hamburgers di langos, la pizza italiana, cibo messicano, tailandese e dolci come i conosciutissim “cimney cake” e waffle.

MAKOS GUBA: ottimo ristorante in zona Buda, per pranzo o per cena con cucina tradizionale ungherese. Niente di speciale, ma offre buon cibo e un’atmosfera divertente ad un buon prezzo e soprattutto fuori dal circuito turistico nella zona del castello.

SIR LANCELOT: vicino al Parlamento, un particolarissimo ristorante in stile medievale, dove è permesso mangiare con le mani, locale molto divertente ed un ottima esperienza culinaria. Un’atmosfera davvero bella e ben pensata, con spettacoli e musica dal vivo. Obbligatorio prenotare in anticipo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Dopo cena, è il momento di dare un’occhiata ai famosissimi Ruin Bars (bar in rovina) e provare la Palinka. I Ruin Bars sono vecchi edifici fatiscenti, sono quasi tutti situati nel quartiere ebraico.

SZIMPLA KERT: nel cuore del quartiere ebraico, il Ruin Bar più famoso ed il primo ad essere stato aperto nel 2004, è veramente grande. Ci sono molte piccole stanze al primo e al secondo piano, arredate in stile vintage.

INSTANT: sempre nel quartiere ebraico, dentro un intero condominio, si trova il più grande ruin bar della città. Ci sono oltre venti stanze. Anche se è molto più simile ad un club che ad un pub, puoi sederti in quelli che un tempo erano singoli appartamenti e rilassarti su mobili che sembrano essere stati trovati sulla strada. Sono state abbattute molte pareti per collegare gli appartamenti e fare spazio per i DJ e piste da ballo. Data la sua popolarità e il fatto che è più “club”, le bevande qui sono un po ‘più costose rispetto ad altri ruin bars.

FOGASHAZ: è più piccolo e meno turistico rispetto ai popolari Instant e Szimpla Kert. La “House of Teeth” ha preso il nome dall’insegna di un vecchio dentista che hanno trovato durante la costruzione del bar. Questo bar ha biciclette e bicchieri appesi al soffitto ed è più artistico degli altri. Nel cortile interno troviamo piccoli tavoli e non c’è musica ad alto volume che disturba la conversazione. Ospitano spesso mostre d’arte e hanno anche un tavolo da ping-pong. Un paradiso per hipster.

MAZEL TOV: Questo è uno dei più recenti ruin bar di Budapest. Situato nel vecchio quartiere ebraico, di giorno è un ristorante che serve cucina tradizionale ebraica. Di notte, il cortile è una festa con DJ e spettacoli dal vivo che intrattengono gli ospiti.

Ti è piaciuto l’ articolo? Condividilo e seguimi sui social!

One thought on “DOVE MANGIARE E BERE A BUDAPEST

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...